×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 576

Pompei. Estorsioni al Bingo: in aula gli esponenti del clan

20 Novembre 2017 Author :  

Scafati/Castellammare. Per le estorsioni agli imprenditori ed in particolare ai titolari della sala Bingo, in 32 vanno a processo. A seguito dell'inchiesta della Procura di Salerno che ha svelato le estorsioni agli imprenditori di Scafati e dei comuni Vesuviani aggravate dal metodo mafioso, sono 32 le persone rinviate a giudizio, affiliate o ritenute vicine al clan Ridosso-Loreto e a quello dei Cesarano. Stamattina, davanti al gup del tribunale di Salerno si decideranno le posizioni marginali tra rito abbreviato e patteggiamenti. Tra le estorsioni ci sono quelle al "Re Bingo" di Pompei gestito dai fratelli Moxedano, con il custode del parcheggio pestato per un ritardo nei pagamenti; quella alla Bingo di Scafati e la storia delle tre ditte riconducibili al clan scafatese, le cui quote furono sequestrate. Ditte che venivano imposte per gestire l'appalto delle pulizie nella zona del "Centro Plaza". Le accuse per molti sono anche di usura, con tassi di interesse che spesso balzavano al 120%.
A svelare i segreti di tale attività criminale furono i collaboratori di giustizia Alfonso Loreto e Romolo Ridosso, già coinvolti in un blitz della Procura Distrettuale nel 2015 tra Scafati, Castellammare di Stabia e Boscoreale. Anche in quel caso, nel mirino erano finiti i commercianti locali, stretti nella morsa delle estorsioni. In quell'occasione furono contestati anche omicidi eccellenti, come quello di Salvatore Ridosso, Luigi Muollo e quello tentato verso Generoso di Lauro. 

 

Punto Vesuviani News

PuntoVesuvianiNews è un giornale online che si occupa del territorio tra Napoli, l'area Napoli Nord e i Vesuviani. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178